| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Aspettando la Grande Punta!

di Tuccio 2010, 20 Luglio 2017

Il Milan adesso deve completare l’organico con un grande colpo in avanti, anche se sembra non intenda fermarsi e ha intenzione di mettere a segno almeno un altro paio di colpi aggiungendo un centrocampista e uno-due attaccanti, per poi nel mese di agosto dedicarsi allo sfoltimento della rosa.

 

Per i nomi a centrocampo si parla di Fabregas o Renato Sanches. Lo spagnolo con l’arrivo di Bakayoko al Chelsea potrebbe decidere di andar via, ma per Renato Sanches la trattativa è aperta e si lavora sul prestito biennale, uno dei due escluderebbe sicuramente Montolivo e Sosa, visto che Locatelli è stato definito incedibile.

 

In avanti ci sono più opzioni Aubameyang e Belotti fra tutti ma no a quelle cifre, il Milan non sembra porsi limiti per avvicinarsi il più possibile alla Juventus e ora serve il grande attaccante, la Project Redblack società costituita ad hoc dai grandi finanziatori del Milan, ovvero i fondi Elliott e Blue Skye, hanno fatto due emissioni obbligazionarie di 73 e 54 milioni e più il budget dei cinesi di 50 milioni, che sarebbero diventati 150 spalmando i pagamenti su tre anni, permette al Milan di continuare a pensare in grande. Belotti a quanto pare sembra un sogno pronto a trasformarsi in realtà, al Toro andrebbero in cambio una cinquantina di milioni cash, Paletta e Niang più il prestito biennale di Locatelli. Per Aubameyang invece le prossime 48 ore potrebbero essere quelle buone, il franco-gabonese si è convinto ad accettare il Milan, anche per lui come per Belotti, la speranza è che le società di appartenenza ammorbidiscano le loro posizioni, scendendo a cifre più umane e più consone al loro reale valore, ma attenzione perché potrebbe spuntare a sorpresa Benzema (procuratore Jorge Mendes quello di André Silva...).

 

Con una campagna acquisti faraonica, è evidente che comunque economicamente i conti non tornano, ci saranno delle cessioni e un aumento di capitale già deliberato da 60 milioni, poi dopo aver azzerato i debiti, il Milan può ricorrere a nuovi debiti con le banche fino a 50 milioni di euro e non avrebbe dunque problemi di liquidità.

 

Siamo in presenza di cinesi e chi meglio di loro può armeggiare con le famose “scatole cinesi”, il ragionamento è quello di puntare tutto sulla Champions che porterebbe 50 milioni, a una grande Europa League che porta prestigio internazionale e di conseguenza a un’esplosione di marketing e academies in Cina, da cui si prevede di ricavare 100 milioni. E se non dovesse andare bene e Li non avrà rimborsato i debiti? Elliott si prenderà il Milan e ripartirà la ricerca del miglior compratore, ma intanto ci saremo rifatti “grandi”, il Milan comunque anche dopo la grande punta, potrebbero piazzare anche un colpo sugli esterni, ma quello sarà rigorosamente a basso costo, possibilmente a parametro zero.

 

Con l'arrivo di Bonucci e Biglia, l’organico del Milan al momento è composto da 31 elementi, ora bisognerà raggiungere un numero congruo per le tre competizioni, ma non deve essere eccessivo, in modo che si possa lavorare nel migliore dei modi, quindi bisognerà arrivare a 25/26 e dovranno partire almeno in sette/otto. Sulla lista dei partenti ci sono: Gabriel, Rodrigo Ely (il suo trasferimento all'Alaves sembra ad un passo), Paletta e Niang (partiranno appena arriva la punta), Vangioni e Bacca, ma a questi potrebbero aggiungersi anche altri calciatori, a secondo di quanti altri ne arriveranno dal mercato, visto che arriverà qualcosa in attacco, qualcosa sugli esterni e qualcosa a centrocampo.

 

L’idea è un po’ quella di Sacchi, come se si avessero due squadre, in modo da poter utilizzare e ruotare tutti i giocatori, cercando di costituire un gruppo affiatato e competitivo in tutte le competizioni, serve quindi “completare” con alcuni parametri zero l’organico e tra i candidati c’è il 25enne Ghezzal svincolato dall’Olympique Lione, per cui c’è già una trattativa e bisogna trovare solo la quadratura sull’ingaggio. Sempre sugli esterni potrebbe interessare il 28enne Choupo-Moting svincolato dallo Schalke 04, ma servirà possibilmente anche un centrale, perché Paletta e richiestissimo, il Torino resta il preferito e ora oltre al Valencia, è spuntato l’interesse della Fiorentina, per due squadre con le difese a tre servono sei centrali, mentre per Vangioni c’è da segnalare una nuova pretendente: il Saint Etienne.

 

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.