| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

C'è poco da commentare

di Tuccio 2010, 26 Aprile 2017

ta.Il Palermo se avesse ancora bisogno di dimostrarlo contro la Lazio ha dichiarato sul campo di aver staccato la spina, la retrocessione in serie B l’avevamo capita e accettata anche se a malincuore, ma avremmo voluto che il campionato fosse portato a termine a testa alta.

 

Nonostante le dichiarazioni di crederci fino in fondo, da settimane o meglio mesi la squadra è virtualmente in serie B, domenica potrebbe anche arrivare la matematica certezza e non voglio pensare come andrà in campo questa squadra a retrocessione acclarata, visto che in questo periodo di “speranza”, abbiamo preso 4 e 5 gol da chiunque.

 

Un campionato davvero vergognoso, un organico scadente non all'altezza della serie A, a gennaio servivano rinforzi che grazie al nostro competentissimo presidente non sono mai arrivati e questa è stata la condanna definitiva del Palermo, perché per evitare la serie B sarebbe bastato poco, ora oltre al danno della retrocessione anche la beffa dei risultati vergognosi.

 

Finalmente a Palermo si parla di serie B, di rivoluzione tecnico-societaria di acquisti e di cessioni (tante), smettendo di prendere in giro la gente con fantomatiche speranze di salvezza e a proposito di cessioni di massa, cominciano ad arrivare le prime richieste, proprio per quei calciatori che io avevo già indicato qualche mese fa.

 

Non che occorresse chissà quale competenza, ma si trattava solo dell’evidente realtà, quindi l'Everton si è interessato seriamente a Nestorovski e sono pronti a offrire 20 milioni di euro, per vincere la concorrenza sul macedone di Siviglia e Atlético Madrid ed è uno.

 

Poi due difensori che io davo per titolari in serie B e che invece hanno mercato ed andranno chiaramente via e sono Pezzella e Rispoli, il primo gode dell’interesse dell'Udinese, mentre il secondo quello del Genoa e della Lazio, per la coppia di centrali Gonzalez- Goldaniga ci sarebbe interessato il Bologna e addirittura per Goldaniga dovrebbe esserci in programma già nei prossimi giorni un incontro con il ds Riccardo Bigon.

 

Non per niente il Palermo ha cacciato Diego Lopez che invece di “provare” la squadra per la serie B, continuava a sognare la salvezza, tanto che Bortoluzzi appena arrivato ha lasciato fuori tutti e quattro difensori pur essendo disponibili, rispondendo alle richieste della società (Zamparini), schierando il prototipo della difesa 2017/2018, addirittura con Cionek terzino destro visto che sia Vitiello che Morganella non rinnoveranno.

 

Contro la Lazio poi il tecnico ha realizzato il sogno di Zamparini schierando la difesa a tre, contro la Fiorentina vedremo quali saranno i desideri del “Presidente” e il tecnico lo accontenterà sicuramente.

 

Il Palermo potrebbe affrontare la prossima serie B con Cionek, Siumic, Rajkovic (appena torna dall’infortunio e Aleesami, difesa che onestamente per la B non è male, i soldi delle eventuali cessione si andranno ad aggiungere al paracadute e faranno bilancio per la società, non credo proprio che verrà speso un euro per il mercato in entrata.

 

Così abbiamo visto da chi ripartire almeno in difesa per tentare la pronta risalita in massima serie, in porta credo che Posavec abbia mercato e quindi al suo posto penso che vada Fulignati che non mi sembra in grado di dare grandi garanzie, probabilmente per la serie B servirà un portiere più esperto da affiancare a Fulignati.

 

In difesa tra i centrali Andelkovic è in scadenza di contratto e a mio avviso rinnoverà, mentre a centrocampo Gazzi è sicuramente il punto da cui partire (e forse sarà pure il capitano), se non decidono di promuovere qualcuno della primavera come Santoro, in serie B potrebbe rilanciarsi anche Bruno Henrique e Chochev.

 

In attacco bisogna affiancare un attaccante di esperienza ai vari giovani promettenti, uno tra tutti Lo Faso, senza dimenticare Bentivegna e La Gumina che completerebbero il reparto con Balogh e Sallai, tutti giocatori per cui la serie B potrebbe essere una possibilità di rilancio, la nuova proprietà in buona sostanza dovrà spendere poco, ma dovrà affidare la squadra all’allenatore giusto e non ad una figura da manovrare a piacimento.

 

Ci sarà molto da lavorare per costruire una squadra che sia all'altezza delle aspettative e che possa puntare a vincere il campionato di serie B 2017/2018, intanto il nuovo presidente Baccaglini ha svelato, attraverso un comunicato, il nome di chi rileverà il 100% del pacchetto azionario del Palermo, sarà YW&F Global Limited, la struttura creata si adeguerà alle normative federali vigenti relative ai passaggi di proprietà e per fine mese ci sarà l'esecuzione del contratto.

Ma chi c'è dietro a questa operazione? finora Baccaglini è stato la giusta continuità di Zamparini, diciamo il suo “prestavolto” dal momento che non è cambiato nulla, entro domenica dovrebbe esserci il tanto atteso closing per la cessione della società, sono veramente gli ultimi giorni e non sentiremo parlare (o fare) più di Zamparini? inizierà veramente e definitivamente la nuova era?

 

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.