| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Il coraggio di sognare

di Antonella Castaldi, 24 Giugno 2017

Inseguire i desideri del proprio cuore, seguire la pulsione di nuove emozioni che guizzano all’interno di sé, è il viaggio infinito per conoscere se stessi.

Un percorso difficile che porta a compiere scelte coraggiose, come la decisione a soli 21 anni di Elisa Mele, centrocampista del Brescia e giocatrice della nazionale di calcio femminile, di abbandonare lo sport agonistico che tanto ama e il sogno che ha sempre inseguito, per intraprendere un nuovo cammino affianco dei più bisognosi che con fervore si è impresso nel suo animo.

 

La finale di Coppa Italia in cui il Brescia ha perso per 1-0 contro la Fiorentina è stata l’ultima partita della sua carriera. Ad agosto Elisa partirà per il Mozambico con altri suoi coetanei pronta a sperimentare una di quelle esperienze che arricchiscono tantissimo spiritualmente e formano la personalità, soprattutto se vissute a vent'anni. La calciatrice ha spiega le motivazioni che l'hanno indotta verso questa scelta in una lettera in cui si evince che è stata una decisione ponderata tra insicurezze e timori, non un capriccio, nonostante la sua giovane età, ma un bisogno intimo con la consapevolezza che l’avventura in cui si sta cimentando non si ridurrà a far del bene al prossimo, ma tutt’altro, sarà un interscambio di affetto, emozioni, sensazioni. Lei stessa afferma che rincorrere nuovi sogni, e quindi aprirsi a nuove percezioni, impressioni ed abbracciare nuove idee, significa purtroppo rinunciare ad altri sogni, ogni scelta conduce sempre ad una rinuncia. Nonostante ciò non si perde mai del tutto una parte di sé, essa può essere espressa attraverso forme diverse e utilizzata per raggiungere obiettivi differenti, n'è cosciente Elisa che nella sua lettera dichiara: "Lascio il calcio giocato, non il calcio in tutto e per tutto”.

 

Motivazioni serie e molto riflessive, di uno spirito preparato ad accettare ed affrontare i cambiamenti di cui la propria indole ha bisogno. Inoltre Elisa a settembre inizierà un nuovo percorso di studio che non si accorda con partite e allenamenti. Una ragazza con tanta voglia di scoprirsi e lasciarsi trasportare da ogni piccola palpitazione che il suo cuore le sussurra, con l’audacia di sognare per giocare partite sconosciute.

 

 

 

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.