| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Il Diario di Pietro: Juventus-Bologna

di Pietro Giancristiano, 22 ottobre  2019

Sabato sera allo Stadium sono scesi in campo Juventus e Bologna. Nel pre-partita il presidente Agnelli premia Ronaldo per aver segnato in settimana il goal numero 700 (cifra già da aggiornare al termine della partita). Iniziamo ed è subito Juventus: pochi minuti e Ronaldo va al tiro. Abbiamo il pieno controllo della palla tanto che il Bologna e rintanato dietro e pensa solo a difendersi e a ripartire in contropiede. Intorno al 20esimo minuto la Juventus passa in vantaggio. Pressing alto della compagine bianconera che recupera palla con Rabiot, apertura verso Higuain sulla destra ma la palla viene intercettata da un centrocampista rossoblu che non controlla, il rimpallo premia Cr7 che controlla, salta Danilo e tira un potente rasoterra che infila Skorupski sul primo palo. Uno a zero Juventus.


Il vantaggio dura poco: da una azione di calcio d’angolo la palla spiazzata da Mbaye finisce sui piedi di Danilo che con un tiro in controbalzo batte Buffon. Non poteva nulla l’estremo difensore bianconero in quanto il tiro era forte e si infila sotto il set. Si riparte dalla situazione di parità ma fino alla fine del primo tempo, nonostante il dominio nel palleggio da parte juventina, non si registrano altre occasioni nitide. Per adesso il Bologna si porta a casa un pari senza meriti. Inizia il secondo tempo e la squadra bianconera alza il ritmo: va vicino al goal con Khedira e Cr7 subito ad inizio ripresa. Il tanto cercato vantaggio lo trova dopo un continuo batti e ribatti ancora con il numero 5 che approfitta di un rimpallo favorevole e di destro batte l’estremo difensore bolognese. Subito dopo occasione per Higuain per portare il punteggio sul 3-1 ma Skorupski salva. Passano pochi minuti e la Juve va di nuovo vicino al doppio vantaggio col Pipita ma Skorupski sembra insuperabile. La pioggia di occasioni da goal bianconere non si placa, addirittura sfiora il goal su un contropiede condotto da Ronaldo che, su assist del Pipita, non riesce a superare il portiere polacco. Da questo momento la Juventus si spegne, forse a causa della stanchezza dovuta alle nazionali, forse causato da un calo di concentrazione ma sta di fatto che in campo si vede solo il Bologna. La squadra arretra come se avesse paura di subire il pari. Il Bologna va vicino al goal con Orsolini che per fortuna svirgola la palla e la tira fuori. Punizione dal lato destro dell’ area bianconera, batte Orsolini che mette dentro un traversone teso. La palla arriva a Santader che di testa colpisce la traversa in pieno, la palla torna in gioco viene recuperata da un giocatore bolognese che la rimette in mezzo, deviazione di  atuidi ma la palla finisce ancora Santader in semirovesciata batte in porta ma Gigi salva con una parata magnifica (come ai tempi del mondiale 2006) e salva il risultato.


Buffon 7.50 inoperoso per quasi 90 minuti poi compie un miracolo sulla rovesciata di Santader ( da segnalare la posizione dell’attaccante in fuorigioco era da annullare visto che era fuorigioco )
Juan Cuadrado 6.50 fa il suo in fase difensiva e in fase offensiva. Da sottolineare un passaggio sbagliato nella propria trequarti che causa un contropiede del Bologna e due cross totalmente sbagliati in buona posizione.
Bonucci 6 dirige la difesa senza problemi anche perché a parte i minuti finali il Bologna non è mai pericoloso.
DeLigt 6 come Bonucci non viene mai seriamente impegnato per tutta la partita va in bambola nel finale come tutta la squadra
Alex Sandro 6.50 fa il pendolino per 80 minuti cala nel finale infatti due palle perse causano due contropiedi del Bologna.
Khedira 6 meno incisivo in fase offensiva del solito sta di fatto che finché lui è in campo la Juve non soffre a centrocampo. Fa il compitino per tutta la partita.
Rabiot 6 in confronto alle altre presenze è cresciuto tanto. Bene fino al 60esimo poi si nota che non gioca gare ufficiali da un po’. In crescita.
Pjanic 8 in questo momento è il QUID in più della Juventus. Sta segnando con continuità e spesso decisivo. Metronomo vero della nostra manovra. Tocca tantissimi palloni e il 90% non sono mai passaggi banali!! TOP!!
Bernardeschi 5.50 vi sono dei miglioramenti in confronto al giocatore svogliato e passivo di Firenze. Deve imparare a tirare di prima anche col destro. Sembrato più motivato e più decisivo nei contrasti ad inizio partita poi cala drasticamente.
Higuain 7 lotta su ogni pallone si rende pericoloso in più occasioni peccato che il portiere del Bologna sia in giornata di grazia.
Ronaldo 7.50 che dire segna subito al via. va vicino alla doppietta spesso ma stesso discorso per il Pipita.
Skorupski sembrava insuperabile


Un saluto dal vostro Gobbo Pietro

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.