| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Il Milan tra acquisti e cessioni

di Tuccio2010,  16 Novembre 2019

Il Milan ha bisogno sicuramente di rinforzi per essere più competitivo. Si parla di un centravanti, un terzino destro e un difensore centrale. Il terzino destro secondo il mio parere arriverebbe in caso di un’eventuale cessione di Calabria (in Spagna), ma il terzo rinforzo deve essere fatto a centrocampo.

Naturalmente tutto dipenderà dal modulo che vorrà adottare Pioli. È necessaria una buona punta,un giocatore esperto e di personalità.


Analizziamo punto per punto. Il grande sogno dei milanisti per l’attacco è Ibrahimovic, ma credo che Elliott pur essendo favorevole all’arrivo di un over, non sia propenso all’operazione Ibra. Potrebbe tuttavia risultare una buona operazione riguardo al  rapporto qualità-prezzo, inoltre penso che nell’area tecnica l’arrivo di Ibra sia gradito. Sostengo in ogni caso che Mandzukic sia la soluzione migliore, ed escludo Martens, perché non è una prima punta e ha grandi pretese economiche. Mandzukic è però tentato dal Manchester United, ma lì farebbe la riserva, mentre al Milan potrebbe essere una prima punta, giocare in coppia con Piatek, e fare l’attaccante esterno anche in un attacco a tre.


Per quanto riguarda la difesa a tre o a quattro, Conti sembra essere guarito, e visto che Calabria ha mercato, potrebbe essere ceduto per creare plusvalenza. Parte dei soldi della cessione andrebbero così a finanziare l’acquisto del giovane turco Celik dal Lille. Caldara inoltre  potrebbe essere il grande acquisto, sta crescendo di condizione giorno dopo giorno, ma avere in rosa un altro profilo importante come Demiral darebbe a Pioli la possibilità di fare la difesa a tre.

Idealmente un attacco in cui le due punte sono Piatek e Mandzukic,  oppure Piatek ed Ibra, con un trequartista, Rebic e Leao in tal caso potrebbero restare come punte di scorta. Suso già bocciato da trequartista andrebbe sicuramente via (altra plusvalenza), e dietro le due punte giocherebberò Paquetà o Calhanoglu. Perfino Borini potrebbe andarsene.

Rodríguez vuole giocare per non perdere l’europeo, ma se dovessero arrivare Celik e Demiral, sarebbe maggiormente spinto a lasciare la squadra. Supponendo le cessioni di: Suso, Calabria, Borini, Kessie e Rodriguez, si può ipotizzare un tesoretto di almeno 90 milioni e un risparmio sugli ingaggi (al lordo) per 50 milioni complessivi.

Pioli sembra abbia già iniziato una rivoluzione tecnica, atletica e mentale, speriamo sia fruttuosa. 


Le difficoltà del Napoli spingono Ancelotti verso il Milan. Credo che Spalletti abbia perso la sua opportunità e che la prossima stagione tornerà Ancelotti, per lui potrebbe essere una soluzione importante. Il Milan ha bisogno di un tecnico di prim’ordine a cui affidare la ricostruzione, e in questo senso Ancelotti è una garanzia. In passato i ritorni di Sacchi e Capello furono disastrosi, ma allora bisognava uscire da una crisi e non ricostruire.



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.