| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

La Juve torna a Vinovo ma occhio ai Nazionali

di Luca Marsiglia, 24 Marzo 2017

La Juve torna ad allenarsi a Vinovo in questa settimana priva di impegni in campionato, complice la pausa per gli impegni delle Nazionali, che hanno ‘sottratto’ alla Signora molti bianconeri. Da preparare c’è la doppia sfida contro il Napoli, contro cui gli uomini di Allegri giocheranno il 2 Aprile in campionato e il 5 nel match di ritorno di semifinale della Coppa Italia.

 

L’organico che è a lavoro in questi giorni è come detto estremamente ridotto e privo degli elementi migliori: sono infatti 16 gli juventini impegnati con le Nazionali: Buffon, Bonucci, Barzagli e Rugani (Italia); Dani Alves (Brasile); Higuain e Dybala (Argentina); Cuadrado (Colombia); Rincon (Venezuela); Mandzukic e Pjaca (Croazia); Pjanic (Bosnia); Lichtsteiner (Svizzera); Khedira (Germania); Mandragora (Italia U21) e Audero (Italia U20).

 

Tra i tanti, gli occhi saranno certamente puntati sul giocatore forse più chiacchierato di questa stagione bianconera, vale a dire il Pipita Higuain, mister 90 milioni, su cui pesano le aspettative più esigenti del pubblico di fede juventina: l’ex Napoli, nonostante il solo gol nelle ultime 7 partite disputate con la maglia argentina, scenderà in campo titolare nella sfida che vedrà contrapporsi la sua Nazionale e il temibile Cile di Arturo Vidal, tra l’altro vecchia conoscenza bianconera. "Higuain sa di essere il nostro numero 9 titolare: ho molta fiducia in lui", ha anche dichiarato il Ct Bauza, che può vantare un ampio ventaglio di scelte offensive considerando che accanto al Pipita c’è un certo Leo Messi. A questa sfida invece non prenderà parte l’altro argentino juventino, ovvero Paulo Dybala, reduce da un affaticamento al flessore sinistro che lo costringerà a guardare la sua Seleccion neanche dalla panchina.

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.