| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Non GLI Resta Che Piangere: Kily Gonzalez

di Giovanni Cardone, 04 Agosto 2016

Kily Gonzalez nacque il 04/08/1974 a Rosario, in Argentina, patria di moltissimi talenti del calcio. Più o meno espressi.

 

Arrivò all'Inter nell'Agosto del 2003, allora allenata da Hector Cuper, l'Hombre Vertical che l'aveva fortemente voluto e con cui il mancino di Rosario tanto bene aveva fatto nei 3 anni trascorsi a Valencia.

 

Finalmente arrivava a Milano un'ala sinistra degna di questo nome, in grado di saltare ripetutamente l'uomo, dotata di un rapido cambio di passo, capace di pennellare cross per la testa degli attaccanti e in possesso di un sinistro velenoso... almeno è questo quello che speravano i tifosi nerazzurri.

 

In maglia nerazzurra collezionò 75 presenze condite dalla bellezza di 1 solo assist e 1 solo gol... purtroppo siglato nella propria porta con un preciso tuffo di testa su cross del connazionale Camoranesi in occasione della vittoria in casa contro la Juventus.

 

Fu "soprattutto" grazie al suo enorme contributo che l'Inter riuscì a centrare per 2 volte consecutivamente l'accesso alla Champions League, vincendo uno scudetto e ad ottenere la vittoria di 2 Coppe Italia più una supercoppa Italiana.

 

Nel luglio 2006, svincolatosi dall'Inter, torna a vestire la maglia del Rosario Central con la quale chiuderà la carriera poi la carriera nel 2011.

 

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.