| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Non GLI Resta Che Piangere: Oguchi Onyewu

di Giovanni Cardone, 13 Maggio 2016

Nato il 13 Maggio 1982 a Washington da genitori nigeriani emigrati negli Stati Uniti negli anni '70, Oguchialu Chijioke Goma Lambu Onyewu, per gli amici Oguchi, appartiene a quella nuova generazione di statunitensi che hanno preferito il soccer al Football americano, nonostante il ragazzo avesse il fisico pereftto per il Football Americano.

 

Si fa notare dal grande pubblico durante i Mondiali di Calcio del 2006, dove si mette in mostra proprio contro la Nazionale futura vincitrice: quella Italiana.

Il ragazzo sfodera un'ottima prestazione, sempre attento, che porta al pareggio tra USA e Italia.

 

Tre anni dopo è invece la volta della Confederations Cup, ed USA ed Italia si incontrano nuovamente. Questa volta però l'Italia esce sconfitta dallo scontro, e il nostro Oguchi disputa un torneo da grande protagonista.

 

L'Italia del calcio resta stregata da questo giovanotto, così che nel giugno 2009 il roccioso difensore statunitense firma un contratto triennale al Milan dopo 3 stagioni allo Standard Liegi, fresco vincitore della Supercoppa belga proprio grazie ad una sua doppietta.

 

Arrivato al Milan, il tecnico brasiliano Leonardo pensa subito di spedire il difensore goleador in tribuna, iniziando a farlo ambientare bene in quel posto che per lui sarà ben presto una vera e propria dimora.

Condizionato, infatti, dalla rottura del tendine d'achille, il talento statunitense in un anno e mezzo di Milan colleziona ben 34 presenze in tribuna e addirittura 25 in infermeria.

 

Nonostante ciò Onyewu rimmarrà sempre nel cuore dei tifosi milanisti per alcuni episodi come la costola rotta a Ibrahimovic durante un litigio nello spogliatoio, e per la sua unica presenza in maglia rossonera che coincide con la prima storica vittoria dello Zurigo in Champions League a San Siro.

 

Dopo avergli prolungato il contratto di un altro anno il Milan nel Gennaio 2010 decide di mandare il giocatore in prestito al Twente, dove gioca poco e non brilla.

 

Ad appena 34 anni, è attualmente svincolato. Il ragazzo negli ultimi anni ha girovagato in Premier (QPR, Sheffield e Charlton), senza lasciare alcun segno.

 

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.