| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Porre un freno al potere degli agenti

di Tuccio 2010, 17 Giugno 2017

E’ scandaloso non rinnovare un contratto a quelle cifre, il Milan ha fatto di tutto e per conto mio anche qualcosa di più... con un altro agente Gigio avrebbe rinnovato e a cifre anche inferiori ma non sono d’accordo a tenerlo fermo per un anno per due motivi, il primo: perché il Milan è di gran lunga più serio ed elegante della coppia Gigio-Raiola e il secondo perché ti tieni dentro una situazione di “disturbo” che al Milan non serve.

 

Nessuno riesce a darsi una spiegazione plausibile, probabilmente il progetto del Milan non era considerato all'altezza e poi si dice che a Raiola non è piaciuto l'atteggiamento che il Milan avrebbe avuto nei confronti del portiere, con quel limite di tempo di 48 ore per decidere, ma se la decisione è presa perché aspettare oltre, visto che si sta costruendo ex novo una squadra che ha poco tempo per far bene?

 

Il Milan ha fatto bene e come Raiola ha agito nel lecito, adesso cercano giustificazioni al loro “cannibalismo”, io personalmente ne ho piene le tasche di Raiola, metterei sul mercato anche Bonaventura se non cambiasse agente.

Per me, come De Sciglio, Gigio va messo sul mercato e si cercherà di ottenere anche se piccola, la massima plusvalenza possibile (25/30 milioni), come puoi tenere in “casa” uno che ha baciato la maglia e poi davanti a tutti quei soldi non rinnova? Personalmente io non porterei più al Milan giocatori “rappresentati” da Raiola, con lui non c’è mai una situazione “tranquilla”, penso che ci sia bisogno di porre un freno al potere degli agenti.

 

Donnarumma al Milan sarebbe rimasto a vita, questa decisione l’ha presa Raiola perché dietro c’è un altro club: Real Madrid, Manchester United e Paris Saint-Germain, il Milan si è comportato bene, ha provato in tutti i modi a trattenerlo, non credo che poteva e doveva fare di più, basta facciamo finta che invece di avere diciotto anni, Gigio ne ha quarantaquattro e ha deciso di ritirarsi, adesso il Milan cercherà un altro portiere.

 

Il Milan intanto continua il suo progetto aggiungendo adesso anche il portiere, certo bisogna capire se c'è lo spazio per cederlo e a che cifre, ma non lo terrei e ne tanto meno lo porterei a scadenza, succede questo con Biglia, Keita e tanti altri giocatori, quindi da oggi si cerca un portiere da aggiungere al progetto, i nomi possono essere diversi, a cominciare dalla riserva di Gigio in nazionale Meret, o chi era la riserva di Buffon in nazionale prima di lui, ovvero Perin.

Per Perin l'agente ha assicurato che già da maggio il portiere era pronto e il costo dell’operazione si aggira sui 10/12 milioni, sembra comunque che per il Milan i candidati siano tre, Neto (piace a Montella ma non gioca da quasi tre anni), Perin che fisicamente non sappiamo come è messo e Leno, a me piace quest’ultimo.

 

Anche per la questione fisica di Perin, il Milan dovrebbe poi cautelarsi con un buon secondo, mentre si aprirebbero col Genoa nuovi affari, magari indipendentemente dal portiere, a fare da riserva a Silva e Kalinic Montella vorrebbe il 16enne Pellegri, mentre i rossoblù sono interessati a Paletta e Lapadula, entrambi in uscita.

 

I profili buoni per la porta sono tanti, serve fare la scelta migliore e che non abbia Raiola come agente, c’è Neto in uscita dalla Juventus, Szczesny opzionato dalla Juve ma che non ha ancora firmato e se poi Donnarumma andasse ai bianconeri, Szczesny diventerebbe il candidato numero uno. Di piste da battere ce ne potrebbero essere tante altre come: Sirigu, Strakosha, Scuffet, e Sportiello, bisognerà fare le giuste valutazioni e blindare comunque il talento classe 2000 Plizzari e poi perché no, anche lui può candidarsi per la porta.

 

Ma la vita continua, caso mai si intensifica, il Milan è sempre più vicino a Kalinic e all’idea del 4-3-1-2 (a dispetto di Berlusconi), l'accordo con il giocatore sembra essere stato raggiunto e c'è da trovare quello con la Fiorentina, l’offerta è di 25 ma i viola ne vorrebbero 30, nella trattativa potrebbe rientrare Lapadula. All'Atalanta è pervenuta un'offerta dall'Inter per Conti, ma il giocatore ha detto no perchè vuole il Milan, quindi Atalanta e Milan continuano a portare avanti l'operazione, nella quale verrà inserito anche il 20enne Pessina, che va ad aggiungersi a Vido (operazione già chiusa a prescindere da quella di Conti) e Felicioli. Per Bacca continuano ad arrivare offerte, Olympique Marsiglia, Everton e Valencia, anche se l’attaccante rifiuta ogni destinazione perché vuole il Siviglia, destinazione fattibile comunque, l'Everton è interessato anche a Niang, l’attaccante è stato avvistato però a Liverpool per le visite mediche.

 

Paletta richiestissimo, Bologna, Genoa, Atalanta, Antalyapor, Fiorentina e adesso anche Sassuolo, il Milan ha incontrato il Torino per parlare di Zapata e Mirabelli non ha perso occasione per una nuova richiesta per Belotti, l'Antalyaspor si è incontrato con i dirigenti rossoneri per qualche amichevole estiva e per approfondire alcune trattative legate a Sosa, Kucka e Paletta.

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.