| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

The Man of The Week: Pepe Reina!

di Mario Bocchetti, 07 Marzo 2017

L’ultimo baluardo di una squadra è sempre il portiere. L’estremo difensore. L’ultima speranza per i tifosi che trattengono il fiato nell’attesa di un vero e proprio miracolo di un semplice uomo. E pure di solito questi sono uomini soli, uomini quasi mai coccolati dai propri tifosi. Il nostro campionato è da sempre il giusto teatro dei migliori interpreti del ruolo, la scuola italiana non ha da invidiare nulla a nessuno. Il migliore di questa settimana però è uno spagnolo, una persona che con la propria classe e soprattutto con il proprio carisma è riuscito a conquistare la fiducia dei compagni di squadra e soprattutto l’affetto del proprio pubblico: Pepe Reina!

 

L’ex Liverpool fin dai suoi primissimi mesi in azzurro ha sempre mostrato i segni distintivi del campione, un anno alle spalle del tedesco Neuer lo aveva restituito agli azzurri con qualche incertezza di troppo. Le solite malelingue lo hanno bollato come finito, come un ex campione ormai non in grado di fare la differenza. E pure il portiere spagnolo che a pochi minuti dalla fine ha sbagliato il passaggio che poteva riaprire la partita troppo presto si è saputo riscattare con una parata che ha del prodigioso. Un gesto tecnico da far vedere e rivedere a tutti i giovani calciatori che scelgono di passare tutta la propria vita calcistica a protezione della porta. Il numero 25, che nella smorfia napoletana simboleggia la festa cristiana per eccellenza, è anche stato l’artefice di un’unità e soprattutto di una serenità ritrovata dopo gli ultimi risultati che rischiavano di far perdere convinzione e smalto a tutta la squadra.

 

Reina si è fatto garante di intenti, ha saputo difendere il proprio allenatore dalle critiche ingiuste e soprattutto ha permesso a tutti i sui compagni di giocare con la giusta serenità che aiuta ad esprimersi al meglio. Tra poche ore al San Paolo sarà di scena una delle più importanti formazioni Europee ma Reina e tutti i propri compagni di squadra venderanno cara la pelle.

 

 

 

Forzatamente bigamo (ma non lo dite in giro!). Divido il mio cuore tra la passione per la Napoletanità e il calcio. In molti mi definiscono un sognatore dalla maglia azzurra, ma allo stesso tempo sono convinto che Maradona non può fare i miracoli. Il mio amore incondizionato per la cultura che mi avvolge mi ha regalato una seconda Mamma, la mia città che mi accompagna e mi incoraggia in ogni mio scritto. In fondo anche Troisi disse: Chi ha detto che non è serio amare due donne nello stesso momento, o perder tempo per fare la formazione della propria squadra?

© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.