| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |


I rinnovi del Milan

di Tuccio2010, 06 Agosto 2020

Le voci di un interessamento del Milan per Chiesa sono durate una giornata e sono sparite all'improvviso così come sono nate. Un po’ timidamente, adesso, si fanno spazio le voci su un possibile arrivo di De Paul dell’Udinese, giocatore notevolmente valorizzato e ormai maturo per essere il leader in una grande squadra.

Il 26enne argentino è un giocatore dinamico, dotato di classe, fantasia, personalità e tiro. Ha qualche anno in più di Chiesa e costa almeno la metà, rientrando quindi ancora nei parametri di investimento. Non è troppo giovane e ne troppo vecchio, ma bisogna vedere quanto chiede la “bottega cara” dell’Udinese per il suo cartellino, perché quest’anno bisogna scegliere e spendere bene.


Il campionato torna il 19 settembre, esattamente tra 45 giorni ed è già tempo di pensare al futuro. 

Sono già iniziate le strategie in entrata e in uscita e forse anche per l’assetto societario, perché non si giustificherebbe diversamente la visita a sorpresa di Capello a Casa Milan. Nei mesi scorsi è stato accostato al Milan come capo dell'area tecnica e considerando l'ottimo rapporto con Maldini non è da escludere una sua collaborazione.


Un altro incontro forse ancora più importante a Casa Milan è quello fra la dirigenza e Riso, agente di Pessina, ceduto dal Milan all’Atalanta nell’affare Conti. Per il quale il Milan si era trattenuto il 50 % su una futura rivendita, in poche parole, stabilito il prezzo il Milan potrebbe pagarlo la metà per riportarlo a casa.

Pessina è stato protagonista di una buona stagione, centrocampista offensivo, ha giocato a Verona con il 3-4-2-1 nei due dietro la punta. Con un costo contenuto al Milan sarebbe un jolly per i tre giocatori dietro Ibra, ma specialmente potrebbe essere il calciatore per far rifiatare Calhanoglu, mentre proseguono i contatti tra Milan, Reggina e Plizzari.

Il quasi sicuro rinnovo di Donnarumma e di conseguenza anche del fratello Antonio, chiudono però inevitabilmente anche per questa stagione gli spazi per Plizzari al Milan, ed è per tanto interesse del Milan e dello stesso giocatore cercare una sistemazione per far continuare il processo di crescita. La soluzione Reggina potrebbe essere la più indicata, visto il progetto ambizioso del suo presidente.


Il rinnovo di Zlatan è quasi pronto, è questione di giorni o forse di ore. Il Milan ha proposto una base di 4,5 milioni e una serie di bonus facilmente raggiungibili, legati ai gol e alle presenze più un altro ricco bonus in caso di piazzamento in Champions League. Un contratto strutturato in modo da arrivare comunque alla sua richiesta di 6 milioni.

Ibrahimovic giocherà sicuramente un’altra stagione, ma potrebbe riservarsi un’opzione per rimanere ancora un altro anno.

L’obiettivo del Milan e di Zlatan per il prossimo anno è quello di vincere l’Europa League e di arrivare almeno quarto in campionato. Calhanoglu vorrebbe ottenere un ritocco sul contratto ed è possibile che all’attuale ingaggio da 2,5 milioni vengano aggiunti dei bonus legati agli obiettivi. È pronto un contratto sulla stessa base anche per Donnarumma, e con molti bonus, ma Raiola vuole aspettare ancora un po’.


Meno chiare le situazioni a centrocampo, dove non sono tramontate le idee Florentino e Bakayoko, soprattutto se il centrale francese può tornare a titolo definitivo per un prezzo abbordabile. Tutto più chiaro sembra invece sulla fascia destra, dove Aurier è in vantaggio su Dumfries e Emerson Royal, per quest’ultimo infatti la valutazione è troppo alta.

Adesso che il Chievo ha eliminato l'Empoli nei playoff ed è terminata la stagione dei toscani, si può riprendere a parlare di Ricci, calciatore che il Milan ha monitorato da tempo e con estrema attenzione. Il Milan con la stessa attenzione ha seguito il 21enne centrocampista Pobega, la società ha grande considerazione del giocatore e vorrebbe provarlo in ritiro. L'idea generale è di trattenerlo in squadra tanto da prolungare il suo contratto fino al 2025.


Un altro interessante giovane del vivaio è Bellodi, difensore centrale che ha giocato in coppia con Gabbia nelle giovanili, non resterà in prestito a Crotone dopo la conquista della Serie A, e andrà di nuovo in prestito alla Reggiana o al Venezia. 

Non sembra più scontato l’addio di Bonaventura, che potrebbe proseguire con la maglia del Milan, il giocatore resterebbe volentieri ed è pronto anche a ridursi l'ingaggio. Bonaventura viene ritenuto un giocatore importante sia da Maldini che da Pioli, e lo è anche per me.



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.