| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Il Diario di Pietro: Juventus-Udinese

di Pietro Giancristiano, 19 Dicembre  2019

Ultima giornata del 2019 in casa. La Juventus scende in campo con una doppia sorpresa:  per colpa di un infortunio Szczęsny è sostituito da Buffon, la seconda sorpresa è quella più importante, Sarri manda in campo fin dal primo minuto i tre fenomeni: Ronaldo, Dybala e Higuain. Gli undici giocatori titolari sono: Buffon, Danilo, Demiral, Bonucci, De Sciglio, Rabiot, Bentancur, Matuidi, Dybala, Higuain e Ronaldo. C’è inoltre la conferma del Turco a centro difesa dopo l’ottima prestazione in Champions. 


Pronti...via. La Juve si porta subito in avanti e schiaccia l’udinese nella propria metà campo, al nono minuto i bianconeri sono già in vantaggio. Lancio da dietro di Leo per Dybala che aggancia di petto ma non controlla bene la palla, viene recuperata da Ronaldo che tira di  controbalzo e batte Musso. Poco dopo la Juve è vicina al raddoppio con Bonucci che serve Ronaldo, il quale lancia di tacco, e al volo la passa ad Higuain, la lancia per Dybala che tira di sinistro ma il difensore la devia in angolo. Quando si accende HD7 la Juve fa faville. 

Dallo stesso angolo la Juve va vicino per la  seconda volta al raddoppio: Okaka esce dalla porta e devia il calcio d’angolo, la palla finisce a Rabiot che controlla e tira di sinistro, andando vicino al goal. 

Dybala fa una magia con un pallonetto a Musso dal limite dell’area, ma viene annullato per controllo col braccio della Joya. Al 28esimo ancora la Joya che illumina, parte in contropiede assistito da Higuain e Ronaldo. Ronaldo lancia nello spazio, recupera la palla persa dal difensore udinese, la tira ad Higuain che controlla e va di destro, ma Musso riesce a bloccare l’azione. La Juve raddoppia con assist di Higuain per Ronaldo che batte Musso. 

I bianconeri chiudono la partita poco prima dell’intervallo. Dybala crossa dalla sinistra, serve Demiral che fa la sponda per Bonucci, tira di testa e batte ancora Musso. Si chiude qui il primo tempo. 


Si riprende il secondo tempo con gli stessi 11 giocatori iniziali. In campo c’è ancora il trio delle meraviglie. Ronaldo controlla palla sulla sinistra, salta l’uomo e serve Higuain che finta il tiro e la passa a Dybala, il quale tenta un pallonetto che scheggia la traversa. 

Si fanno vedere anche i bianconeri friulani, Lasagna viene innescato in profondità da Depaul ma Demiral mura il tiro. 

Il mantovano viene ancora servito da Nuytinck, ed  impegna Buffon con un tiro potente, che consente una parata a mano aperta al Gigi nazionale. 

In azione ancora il duo Gonzalo-Cristiano: Higuain esce con la palla dalla propria metà campo, vede Ronaldo largo sulla destra e con un lancio lungo lo raggiunge, il portoghese controlla la palla fa il doppio passo e va al tiro. Il lancio viene  ribattuto dal difensore, la palla rimane lì e subito la rilancia ma finisce sul fondo. 

Al 75esimo esce dal campo la Joya (Lo Stadium è in piedi), entra Bernardeschi (Stadium che mormora). La Juve con Ronaldo va vicino al poker. 

Pressing alto della formazione torinese, la palla va a Bernardeschi che serve Ronaldo in mezzo all’area, controllo di esterno destro e si gira col mancino, miracolo di Musso. 

I bianconeri recuperano un’altra palla, Danilo lancia  per Dcosta che viene contrastato, il rimpallo finisce tra i piedi di Ronaldo, controllo e tiro di sinistro, Musso battuto, ma la palla finisce sul palo interno ed esce.

L’udinese accorcia le distanze al 94esimo con Pussetto, complice una dormita di Danilo e Demiral. Arriva il triplice fischio. 

I bianconeri di Torino battono 3 a 1 i bianconeri friulani.


Un ottima Juventus per quasi tutta la partita. Ronaldo, Dybala e Higuain creano tantissimo e sono sempre pericolosi. Ronaldo in netto miglioramento in confronto alle ultime partite. Dybala è sempre un piacere vederlo giocare, ha acquisito solidità difensiva (ininfluente il goal finale).


Buffon: 7 è stato Superman. Ha parato qualsiasi cosa. Bellissima la parata a mano aperta su Lasagna.


De sciglio: 6 copre dignitosamente la fascia sinistra, non combina guai ed è già tanta roba. 


Demiral: 6.50 copre e non si fa mai scappare l’uomo dietro la schiena. Compie due interventi importanti su Okaka. 


Bonucci: 7 è il Bonny che quando sta vicino a Chiello copre e lancia. Goal da attaccante di razza. 


De Ligt: troppo poco tempo e occasioni per valutarlo 


Danilo: 6 spinge, ed è già una sorpresa. Copre, ed anche quella è una sorpresa. 


Matuidi: 7 corre, si propone e aiuta a compensare la mancanza di copertura da parte del trio delle meraviglie.


Bentancur: 7.50 ennesima partita di spessore, sostituisce Pjanic nella distribuzione dei palloni ma garantisce massima copertura. 


Rabiot: 6 il peggiore del centrocampo. Alterna giocate buone a errori sciocchi


Dybala: 6.50 la lampadina l’ha accende sempre lui, fa un goal spettacolare (pallonetto dal limite dell’area), poi annullato . 


Bernardeschi: 5.50 ha sempre il vizio di non passare mai la palla al momento giusto , tanto che poi la perde costantemente.


Ronaldo: 7.50 finalmente torna ad essere cinico sotto porta. Spesso cerca di saltare l’uomo ma lo dribblano e perde palla. 


Higuain: 6  è stato un po’ sottotono. Scambi veloci e precisi con Dyba e Ronnie ma non riesce mai a liberarsi al tiro. 


Douglas Costa: stesso discorso fatto per De Ligt


Saluti dal vostro Gobbo!!




© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.