| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Il Milan lavora ai rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu  

                                             di Tuccio2010, 14 Ottobre 2020

La pausa per le Nazionali può consentire al Milan di dedicarsi meglio agli impellenti rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu. I dialoghi con l’agente di quest’ultimo sono costanti, ma al momento non si intravede la fumata bianca, oramai con il Milan sono diventati tutti spietati (Raiola insegna) e il procuratore del turco pretende un aumento importante.

Fino a sei mesi fa la società lo avrebbe dato via con piacere ma nessuno lo pagava 20 milioni, adesso si sente giocatore da Champions, e dato che con il Milan non è riuscito a giocarla, vuole andare altrove. C’è chi lo vuole a parametro zero ma non giocherebbe da titolare.

Tra pochi mesi (il primo febbraio) Calhanoglu potrebbe accordarsi gratis con un’altra squadra, e dal punto di vista sportivo ed economico per il Milan sarebbe tragico, come lo sarebbe stato la perdita di Ibrahimovic e come lo sarebbe quella di Donnarumma. 


Per una ragione o per l’altra, purtroppo, il Milan arriva ai rinnovi sempre con l’acqua alla gola, ma più che altro, non ha in casa le probabili alternative per prendere quei pochi spiccioli da mettere a bilancio e passare avanti.

Ecco perché deve provare il più possibile a limare le richieste, anche se a volte diviene troppo remissivo. Non c’è dubbio che sarà meglio cercare di appagare il giocatore piuttosto che perderlo a poco a gennaio, oppure a zero in estate, bisognerebbe però rinnovarlo e cederlo con tanti soldini a chi lo vuole (ed a quel punto non lo vorrebbe più nessuno).

Essere arrivati a questo punto è un errore che si ripete, anche se con dirigenze diverse, con programmi diversi (prima Maldini non decideva) e con il Covid di mezzo, che chiaramente ha reso tutto più difficile. Lo stesso discorso per Donnarumma, che ha voglia di restare ma ha un ingaggio ancora maggiore. Non c’è dubbio, saranno settimane caldissime per ottenere il rinnovo di contratto di Donnarumma e di Calhanoglu.


In questo momento i  due calciatori sono indispensabili per riportare il Milan in Champions. Calhanoglu ha chiesto il doppio dell'ingaggio, e la squadra che lo accoglierebbe e gli consentirebbe di partecipare alla Champions come al solito è la Juventus. La richiesta è da interpretare come la volontà di liberarsi a parametro zero (vedi Emre Can, Matuidi, Rabiot, Szczessny, Ramsey, Khedira, ecc.). Penso e spero che al Milan abbiano capito che per ritornare grandi bisogna copiare la Juventus, e poi si vedrà se l’UEFA farà due pesi e due misure.

Non c'è peró solo la Juventus e l'Atletico Madrid alla finestra, ma anche il Napoli, quindi, bisogna fare gli sciacalli, mettersi dietro la porta della Fiorentina e aspettare Milenkovic. Per il dopo Ibra si dovrebbe prendere Aguero a parametro zero, pagandogli un ingaggio faraonico, dato che spesso i calciatori pretendono ingaggi proibitivi anche quando vengono acquistati.

Qualcuno ipotizza che la Juventus potrebbe inserirsi a gennaio per Calhanoglu, proponendo uno scambio come piccolo indennizzo con Bernardeschi. Se lo scambio fosse veramente su questi termini, se non si dovesse arrivare ad un accordo, non sarebbe una soluzione malvagia. È forse più di una suggestione, ma Bernardeschi oramai ha fatto il suo tempo a Torino.

I due giocatori hanno la stessa età, ed è un calciatore integro e nel pieno della sua maturità calcistica, forse si risparmia pure sull’ingaggio e andrebbe a sistemare meglio la fascia destra.


In attesa della maturazione di Maldini, come trequartista c'è Diaz, anche se a gennaio un pensierino su Eriksen si potrebbe fare. Il danese ha dato l’ultimatum a Conte, niente più panchine oppure a gennaio va via, ha un buon rapporto con Kjaer, che lo ha aiutato ad inserirsi in Italia, se l’Inter dovesse venderlo e intendesse recuperare i 20 milioni spesi, potrebbe essere lui il nuovo trequartista.

A proposito di sciacallaggio, nelle ultime ore di questo mercato è stato proposto al Milan Thauvin, l’attaccante esterno del Marsiglia in scadenza a giugno 2021. Il Milan avrebbe voluto prenderlo subito ma i francesi hanno chiesto 15 milioni, a gennaio si potrebbe prendere a prezzi ridotti, oppure a febbraio a parametro zero per la prossima stagione. 


© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.