| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |


                Il Milan continua a lavorare sul mercato

                                            di Tuccio2010, 01 Ottobre 2020

Il Milan finalmente è riuscito a vendere Paquetà che da tempo non rientrava più nel suo progetto rimettendoci poco. È un peccato che questo giocatore non sia riuscito ad affermarsi, aveva tutte le carte in regola per fare bene. Pioli è riuscito a rigenerare tanti altri giocatori dati per flop come Kessie e Calhanoglu, ma Paquetà non c’è stato verso di recuperarlo.


Resta un’altra operazione, dove secondo me la dirigenza del Milan ha lavorato bene, ha dato al giocatore la possibilità di andare in Francia per rigenerarsi e ha portato a casa un tesoretto che si aspettava da tempo: i soldi per poter sistemare l’ultimo tassello mancante, quello del difensore centrale.

La speranza è sempre l’ultima a morire ma le speranze di arrivare a Milenkovic sono ridotte al lumicino (la Fiorentina chiede più di 35 milioni e non vuole privarsene), mentre per Fofana il Leicester con una quotazione spropositata di circa 40 milioni lo ha portato in Inghilterra. L’obiettivo così è diventato il 22enne Tomiyasu del Bologna, che può ricoprire più ruoli in difesa, ma 25 milioni sono tanti. Non conosco bene il giocatore e mi fido del giudizio di un grande uomo di calcio come Bergomi, che ha affermato: "Li vale eccome, a me piace tantissimo. Sarebbe perfetto per la difesa a tre dell'Inter. A me piace molto, sempre attento, può giocare anche a destra". Vuol dire che al Milan non stanno sbagliando a interessarsi a lui, anche se penso che 20 milioni sono esagerati per un difensore straniero e al primo anno di serie A.


Sembrerebbe che la società rossonera abbia chiesto informazioni per Djimsiti dell'Atalanta, anche lui mi sembra un buon prospetto, ma sinceramente sono diventati così tanti i difensori centrali individuati, che non saprei cosa dire. So solo che i giocatori dell’Atalanta sono cari e appena mettono piede fuori dal raggio d’azione di Gasperini non sanno più giocare. Sicuramente è un bravo giocatore, ma il pericolo di perderci i soldi è alto.

Si ritorna allora sul 22enne Ajer del Celtic, anche lui è un giocatore di grande prospettiva e per questo il suo prezzo è piuttosto alto (30 milioni) e poi piace a diverse squadre della Premier League, forse alla fine la spunterà Pezzella della Fiorentina, perché i viola hanno preso un difensore sudamericano, ma non trascurerei la pista senza Nacho del Real.


Il Marsiglia da due anni ha fatto sempre il prezioso con Thauvin, ora in questi giorni lo ha proposto al Milan per una cifra che si aggira sui 15 milioni e che andrà in scadenza a giugno.

Il calciatore è interessante e il Milan lo ha sempre seguito, da 15 si potrebbe arrivare anche a 12, forse pure 10 milioni, ma dovrebbe almeno uscire Castillejo e rinunciare definitivamente a Chiesa. Thauvin piace, adesso si capirà che margini di manovra ci sono ed eventualmente si proverà a bloccarlo a zero per la prossima stagione, stile Juventus, ma sempre se un'altra squadra non arriva prima.


La Roma insieme a Smalling ha chiesto il prestito di Diogo Dalot, il laterale del Manchester United è già stato richiesto in prestito dal Milan, richiesta che è stata rifiutata. Non capisco questa insistenza, dato che specialmente a destra con i terzini si è al completo, se il Milan insisterà ancora per averlo la trattativa si giustifica solo se Saelemaekers si spostasse e sinistra come vice Theo e si vendesse Calabria oppure Conti.

La prima opzione potrebbe essere possibile, poiché dopo che Laxalt ha chiesto di andare via solo a titolo definitivo, Il Milan ha aperto all'ipotesi del prestito e sulle sue tracce oltre allo Sporting Lisbona c'è anche l'Olympiacos. I greci lo prenderebbe in prestito con diritto di riscatto a 10 milioni. Magari fosse vero!

Il sogno però rimane Chiesa, in caso di passaggio del turno e con i soldi dell’Europa League, il Milan dovrà fare un tentativo per trovare un accordo simile a quello di Tonali (prestito oneroso, riscatto e bonus). Non sarà facile anche perché c’è di mezzo la Juventus, poi una volta finito il calciomercato, il Milan si potrà dedicare ai rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu in scadenza a giugno 2021. 



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.