| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Sognando la serie C

di Tuccio2010,  28 Dicembre 2019

Dopo l’entusiasmo iniziale la mia euforia è andata esaurendosi, e ciò è avvenuto prima che il Palermo si infilasse in questo groviglio di risultati negativi. Avrei preferito un altro tecnico, ma vedere giocare questo Palermo mi lascia del tutto indifferente, un'apatia che si è diffusa tra la maggioranza dei tifosi e allo stadio ci vanno i soliti quattromila perditempo.

Sono sicuro che questo tipo di sentimento non riguarderà solo i palermitani, si è passato dalla serie A alla serie D, e le pretese dei tifosi specie dopo tutti i proclami sono altissime, e in  caso di esito negativo sarebbe stato meglio non farli.

Il mercato di dicembre dei dilettanti non ha portato nessuno alla corte di Pergolizzi, il Palermo attende saggiamente la riapertura delle liste dei professionisti, per piazzare tra questi un paio di colpi. Interventi di mercato che secondo me non riguardano solo l’attacco.


L’obiettivo principale è diventato trovare un sostituto di Santana, poichè dovrà restare fuori per circa quattro mesi. Si è fatto il nome di Floriano, un esterno offensivo del Bari, che quest’anno non sta trovando molto spazio in Serie C. Un giocatore quindi di serie D come quelli che abbiamo,che non fa la differenza, e che molto probabilmente anche il prossimo anno in C non troverà molto spazio.

Non bisogna perdere tempo e denaro come è stato fatto con Pergolizzi, Sforzini e qualche altro. Di Piazza dice che c’è la disponibilità economica per il calcio mercato, però per rinforzare l’organico la società sembra intenzionata ad effettuare solamente l’acquisto del  giocatore che andrà a sostituire Santana. Non è da escludere che possano arrivare, e lo spero vivamente, qualche altro calciatore che rivesta altri ruoli.


Il Palermo dopo essersi smarrito nelle ultime gare di campionato, deve intervenire sul mercato inevitabilmente, perché non può e non deve sbagliare l’accesso alla serie C. Le ultime sette partite hanno messo a nudo tutti i limiti del Palermo, sia strutturali che nell’impianto di gioco di Pergolizzi. Insufficienze dovute spesso a scelte sbagliate del tecnico, ed un altro probabile motivo è che su 27 giocatori, solo 14-15 sono di livello per la categoria.

La pausa natalizia spero servirà a Pergolizzi per dare a sé stesso e ai giocatori una scossa. Continuo a non ritenerlo idoneo per la categoria, per la particolare situazione e per la programmazione. È una squadra senza gioco, capace di farsi rimontare ben 10 punti di vantaggio in sette gare e di realizzare nello stesso periodo solo quattro reti: due gol di Felici, un autogol e un rigore di Ricciardo. È del tutto normale che al termine della gara contro il Troina siano arrivati i primi fischi.

Bisogna uscire dalla Serie D, che come dice Di Piazza è una serie che non ci appartiene e dobbiamo riprendere il percorso verso la C, ma non con queste trame di gioco ancora poco chiare o forse sarebbe meglio dire inesistenti. Pergolizzi rimane sulla propria panchina ma la sua permanenza non è stabile, e adesso da lui ci si aspetta di più. 


© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.