| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Super  Buffon

di Pietro Giancristiano, 01  Aprile  2020

Gianluigi Buffon è il Secondo capitano che fa parte del cuore di tutti i tifosi cresciuti con la Juventus degli anni 90. È uno dei cavalieri che hanno seguito la squadra in B nel 2006, e forse, la scelta di rimanere  nonostante le offerte di grandi squadre europee ha fatto scattare l’amore nei suoi confronti. 

Facciamo un giro nella storia calcistica del Portiere Juventino.



Gli anni di Parma


All’età di 13 anni passò al Parma e già nelle giovanili della squadra mostrò di essere uno dei giovani più promettenti di quegli anni. Passa in prima squadra nel 1995. Fu un debutto col botto!

Nevio Scala aveva tutti i portieri infortunati e fece debuttare un giovane Gigi contro il Milan (che aveva in rosa campioni come Baggio, Weah, Savicevic, Maldini,  Boban ...) , ed alla prima da titolare in serie A quel ragazzetto riuscì a tenere la porta inviolata.

Quella stagione fece altre presenze da riserva, mentre la stagione successiva 1996/1997 il Parma decise di puntare su di lui per difendere i palo dei crociati. Gigi col Parma vanta la vincita dell’unica coppa europea, con il club infatti alzò in quegli anni la Coppa UEFA, la sua bacheca però vanta anche una coppa Italia e una Supercoppa europea.


Trasferimento  alla Juventus


Nell’estate del 2001 la Juventus fece una vendita straordinaria , per la qualità del giocatore e per l’incasso record (per quell’epoca), vende Zidane al Real Madrid per 75 miliardi di lire. Prese i soldi e li girò al Parma in quanto prelevò dai Crociati Lillam Thurman e lo stesso Gigi Buffon. Fu allora che iniziò l’amore tra il Carrarese e la Vecchia Signora. 

In quella stagione Gigi vinse il  primo scudetto della sua carriera, fu  il primo di dieci con la Juventus (compreso i due revocati dalla lega). 

Sin dalla prima stagione mostrò il suo talento tra i pali bianconeri. La stagione 2001/2002 fu epica!

La Juve si contendeva lo scudetto con l’Inter di Ronaldo e il 5 maggio del 2002 è stata una  giornata storica per i tifosi bianconeri, si vinse lo scudetto all’ultima giornata (la Juve vinse a Udine con goal di Trezeguet e Del Piero,  ecatombe invece Nerazzurra in casa della Lazio, 4-2 per i biancocelesti). 

La stagione successiva Buffon andò vicino al trofeo più maledetto per i bianconeri , infatti la seconda stagione in bianconero di Gigi lo vide alzare il secondo scudetto e, ahimè, perdere la finale di Champions contro il Milan (prima finale tutta italiana in Champions). 

Direi che la carriera di Buffon in bianconero iniziò benissimo.



Dal Mondiale alla B...


Buffon dimostrò grande attaccamento alla maglia nell’estate 2006. Finita la stagione in cui la squadra era guidata da Capello, la Juventus fu coinvolta nel caso Calciopoli, e come ben sapete fu retrocessa d’ufficio e gli furono tolti gli ultimi scudetti (con Capello la Juventus aveva in rosa giocatori del calibro di Cannavaro , Thuram , Ibrahimovic , Vieira, Emerson, Zambrotta ecc ecc). Tutto ciò avvenne mentre Buffon era in Germania a giocarsi il mondiale con gli altri compagni bianconeri (in quella rosa vi erano oltre a Buffon anche Cannavaro, Zambrotta, Del Piero oltre ai futuri bianconeri Iaquinta e Barzagli). 

A fine Mondiale (L’Italia diviene campione del Mondo) il Portierone Azzurro decise di seguire la sua squadra in B, e con lui anche Camoranesi, Nedved, Del Piero e Trezeguet. 

Si assistette ad una stagione esemplare dei bianconeri con la vittoria del campionato in serie B, infatti nonostante i punti di penalizzazione iniziali Buffon riuscì a portare la sua amata Juve in Serie A, per la felicità di tutti i tifosi bianconeri.



2011 - L’inizio della Leggenda 


Dopo anni di stagione tormentate (classificandosi la Juve per due volte settima in campionato) dal ritorno in A, sulla panchina bianconera si siede l’ex capitano Bianconero Antonio Conte. Con il tecnico leccese la Juve rinasce. 

Nel primo anno vince lo scudetto davanti al Milan di Ibrahimovic, e il trofeo è alzato al cielo da Alessandro Del Piero. 

Nelle stagioni successive la Juventus con Conte si conferma ancora campione d’Italia per altre due volte. Nel 2012 Buffon vinse il primo trofeo come capitano della Juventus, che terminòi il campionato imbattuta, raggiungendo anche il record di punti (102 punti) nella stagione successiva. 

Nell’estate del 2014 Conte abbandona i bianconeri e viene chiamato al suo posto Allegri. La Juventus continua a vincere tanto da portare il Portierone Carrarese a vincere altri 4 scudetti da capitano. La punta più alta, a livello statistico, fu il record di imbattibilità raggiunto contro il Torino, ben 974 minuti senza subire gol in campionato.

Gli anni con mister Allegri hanno dato anche due delusioni al Portiere bianconero, infatti quella coppa maledetta non è riuscita a vincerla. La Juventus in quelle stagioni arrivò per due volte in finale, perse contro Barcellona e Real Madrid, e la stagione del settimo scudetto consecutivo porto anche Buffon a cercare stimoli altrove. 

L’ultima partita, ma non proprio ultima, la giocò in maglia bianconera nel Maggio del 2018 contro il Verona, con standing Ovation dello Stadium in suo onore. 

I tifosi ringraziarono il loro idolo che trascorse 17 stagioni consecutive con la maglia bianconera.


Lontani ma vicini


La stagione 2018/2019 il portiere di Carrara decise di accettare l’offerta del PSG e provare l’esperienza di un campionato estero. Vinse l’ottavo campionato consecutivo così come la Juventus condotta da capitan Chiellini, collezionando 17 presenze in campionato ma con l’ennesima eliminazione dalla Champions.

L’amore per i colori bianconeri è sempre fortissimo, tanto che nell’estate del 2019 la Juventus annuncia l’ingaggio a parametro zero del suo Cavaliere. Bentornato Gigi!

Chi ama questi colori difficilmente li dimentica.


© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.