| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Tra rinnovi e scadenze

di Tuccio2010,  29  Febbraio 2020

Il Milan vuole proseguire con Ibrahimovic, che al momento è il leader incontrastato dentro e fuori dal campo. Zlatan almeno per la prossima stagione continuerà ad avere il ruolo carismatico di trascinatore sia nello spogliatoio che in campo. Sembra che al Milan condividino la mia idea su un suo successivo passaggio da calciatore a capitano non giocatore e magari ad allenatore. Parleranno di rinnovo con Ibra prima della fine del campionato.

A prescindere dalla posizione in classifica, il Milan deve lavorare per l’immediato futuro e Zlatan è un giocatore decisivo che può giocare un altro anno ad alti livelli. Si spera in un Milan più forte, più competitivo ed essenzialmente più stabile, senza tutti questi continui cambi dirigenziali e continui anni zero.

Credo che il Milan sia pronto a soddisfare Ibra. Boban e Maldini hanno in mente di alzare la qualità della squadra, e indipendente da Zlatan l’obiettivo è costruire un Milan più forte. Al termine della stagione saranno quattro i giocatori rossoneri che entreranno nel loro ultimo anno di contratto: Donnarumma, Calhanoglu, Musacchio e al di là del prestito anche Rebic.


Donnarumma è uno dei giocatori su cui costruire il Grande Milan ed è anche il giocatore con il valore di mercato più alto. Le prospettive con Raiola però non sono agevoli, perché se non rinnovi alle sue cifre da capogiro, porterebbe offerte al ribasso e potrebbe anche puntare alla scadenza. 

Nessuna squadra chiaramente può perdere un giocatore come Gigio ad una cifra bassa o addirittura a zero, quindi bisogna rinnovare, anche solo per poter monetizzare al massimo.

In ordine di priorità segue Rebic, il croato è in prestito biennale, la sua permanenza ha scadenza a giugno 2021, c'è tuttavia un 50% di possibilità su una futura rivendita da parte della Fiorentina, che potrebbe rendere proibitivo il prezzo per il riscatto. La situazione è  più semplice per Calhanoglu, che resta al Milan oppure va in Bundesliga, il rinnovo è necessario per non perderlo a zero o a cifre irrisorie. Calhanoglu è comunque un giocatore polivalente e anche l’età è dalla sua parte.

Il discorso è uguale per Musacchio, che è uno di quei giocatori che non ha fatto male. È stato scavalcato nelle gerarchie da Kjær e Gabbia, perderlo però vorrebbe dire cercare sul mercato un difensore esperto con un rendimento adeguato e che faccia la riserva. Bisognerebbe spendere ovviamente dei soldi, anche se non si tratta di cifre altissime.


Ci sono cinque giocatori con scadenza a giugno 2020: oltre ad Ibra c'è Saelemaekers, è in prestito, e non si è visto quasi mai all’opera, ha una sua duttilità che non mi permette di capire se potrebbe in futuro servire al Milan. 

Kjaer al 99 % sarà riscattato, mentre Begovic dovrebbe tornare indietro e in funzione del rinnovo di Donnarumma si sceglierà il secondo portiere. Biglia credo sia già in argentina, la sua avventura al Milan è già terminata.

Saelemaekers potrebbe essere sostituito da Zaracho, per il centrocampista il Racing Club de Avellaneda ha rifiutato, per ora, l'offerta di quindici milioni e ne chiede venticinque. Il classe “98” predilige giocare da interno sinistro ed è uno dei prospetti argentini più interessanti, mezzala tecnica, fisica e caratteriale, è perfetto nel 4-3-3 e a quanto pare ha detto sì al Milan.

Dovrebbe esserci anche il rientro di Pobega, il giovane centrocampista che si sta mettendo in mostra nel Pordenone e che il Milan potrebbe tenere in rosa, con Brescianini, Capanni e Maldini. Infine per quanto riguarda il mercato degli svincolati, se non sono troppo vecchi e non costano tanto d’ingaggio, forse potrebbero trovare il consenso anche di Gazidis. Un favorito potrebbe essere il centrocampista offensivo Willian, che prenderebbe il posto si Bonaventura.


L’effetto Ibrahimovic ha convinto la società. Il Milan ha capito che per migliorare bisogna fare un mercato sia di giovani che di esperti. Il 31enne Willian che lascerà il Chelsea, potrebbe giocare in attacco a tre oppure nel 4-2-3-1.

Ci sarà da valutare anche l’ipotesi Thiago Silva che non rinnoverà con il PSG, se abbasserà notevolmente le sue pretese economiche, di oltre la metà di quanto prende a Parigi, il 35enne brasiliano potrebbe tornare al Milan.



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.