| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |


                            Ultimi colpi di mercato

                                     di Tuccio2010, 25 Settembre 2020

Entrare nel girone di Europa League significa fare almeno 10 partite in più a stagione e anche 15 milioni in più da spendere sul mercato. La data spartiacque è il 1° ottobre, dopodiché restano 4 giorni per provare a prendere quei due giocatori che servono a rinforzare l’organico. Un’operazione indispensabile è quella del centrale difensivo, che si fa sempre più pressante ogni giorno che passa.


La Fiorentina continua ad offrire il rinnovo a Milenkovic e a pretendere un prezzo alto, confidando nella necessità del Milan e nelle grandi manovre dell’Inter, ha infatti rifiutato l’ultima offerta di 20 milioni.

A questo punto il Milan non può continuare sperando che negli ultimi giorni di mercato si possa chiudere la trattativa.

Al momento ha rinunciato all’idea Milenkovic, per battere altre strade, dato che si tratta di una sempre più impellente priorità e che il reparto dei centrali (Romagnoli, Kjaer e Gabbia) ha bisogno di un altro elemento di livello.


Maldini e Massara per il centrale stanno sondando diversi nomi: Nastasic dello Schalke, Ajer del Celtic, Pezzella della Fiorentina, Fofana del Saint Etienne, Nacho del Real Madrid e in ultima analisi anche Rudiger.

Il più gettonato è Nastasic perché potrebbe arrivare in prestito, il Milan vorrebbe investire su un difensore giovane e fino a quando non uscirà Paquetà, non può farlo per questioni di bilancio. Nastasic però è fermo dal 5 settembre per un taglio alla testa, il calciatore questa settimana tornerà ad allenarsi, ma il Milan ha necessità di avere un giocatore subito pronto a scendere in campo, ecco perché guarda ancora in direzione del Real Madrid. 

I Blancos hanno in uscita Nacho, che è pronto e può arrivare in prestito, oppure si può approfittare di Rudiger in uscita dal Chelsea, che è stato proposto a Inter e Milan e può partire in prestito con diritto di riscatto. È un buonissimo difensore ed è già ambientato nel calcio italiano, guadagna poco più di 3 milioni e rientra quindi nei parametri del Milan.


Gli aggiornamenti sulla situazione Ajer parlano di un nuovo incontro, così come ci sarà per Nastasić, ed entrambi i difensori sono nomi possibili. Ajer è un profilo giovane si parla di acquisto e non è detto che si trovi la squadra, mentre per il non giovanissimo Nastasić si ragiona sul prestito e bisognerà capire cosa ne pensano le società cedenti.


L'Inter se cede Skriniar al Tottenham prende Milenkovic, mentre il Leicester ha fatto una nuova offerta al Saint Etienne per Fofana pari a 32 milioni di euro, in compenso adesso il Tottenham ha aperto alla cessione di Aurier dopo che il giocatore ha rifiutato la proposta dello Spartak Mosca.

Il Milan era fortemente interessato, non so se la trattativa si potrebbe riaprire, perché conditio sine qua non ("condizione senza la quale non si può verificare") era la cessione di Calabria oppure di Conti, che non mi sembra sia più in agenda. Si vedrà se il Milan vorrà approfittarne per realizzare l’idea originaria.

Si complica anche la pista Bakayoko per il pesante interessamento del Psg, che offre 5 milioni di prestito oneroso più 40 di riscatto.

Cifre che fanno felice il Chelsea e lo stesso Bakayoko, che non è insensibile al richiamo del PSG. Il suo arrivo al Milan sarebbe stato perfetto per completare il centrocampo, vuol dire che si continuerà con Krunic, tecnicamente inferiore.


Non si riesce invece ad ottenere ancora un'offerta concreta per Paquetà sia dal Lione che dal Valencia. Se il Milan dovesse cedere il brasiliano, in questi giorni si potrebbe sbloccare l’ultima parte del mercato e con quei 22-23 milioni si potrebbe puntare su un altro elemento necessario. È importante per il Milan completare quest’altra cessione, così come ha fatto per i fuori progetto Piatek e Suso nello scorso gennaio.




© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.