| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

Una vittoria da Milan 

di Tuccio2010,  18 Gennaio 2020

Il Milan ha centrato l’obiettivo passando il turno, ha battuto nettamente l’ultima in classifica, ha giocato bene, ed essenzialmente senza Suso. Ibra ha svegliato tutti, finalmente non c’è più Suso ad impantanare la squadra, che ha giocato con scioltezza e con personalità nonostante Ibra fosse in panchina. Come ha detto Lelpo: "Ci si era incartati su Suso all'esterno”, ed ha aggiunto che si poteva cambiare anche senza Ibra.

Nonostante assenze e sostituzioni, in campo si è visto un Milan effettivamente cambiato, almeno nella voglia e nella qualità. Avrebbe già potuto mostrare delle ottime prestazioni prima che arrivasse Ibra, poiché come ho ribadito più volte, il Milan è una buonissima squadra capace di fornire uno spettacolo gradevole e di vincere tranquillamente partite come queste.


È la seconda vittoria consecutiva, la prima a San Siro dopo quasi tre mesi, terzo risultato utile consecutivo e qualificazione ai quarti di Coppa Italia. Mi sembra abbastanza per un solo arrivo!

È un ottimo punto di partenza per trovare la tranquillità e la continuità necessarie, per mettersi alla rincorsa dell’Europa in campionato e in coppa Italia. Grazie anche alle buone indicazioni avute da Rebic e Piatek che si sono mossi bene, la conferma di Castillejo e la buona prova di Kjaer.


Un punto di partenza, che ora deve essere completato dal mercato. Ci sono le partenze di Borini, Caldara, Reina e adesso anche Rodriguez (al Fenerbahce in prestito con obbligo di riscatto per circa 5 milioni di euro), che potrebbe essere sostituito da uno tra Robinson del Wigan e Hickey degli Heart of Midlothian. In questo momento dovrebbero essere ceduti almeno Suso e Kessie. Raccomando di cuore a Suso di andare via, il Milan non fa più per lui e secondo me per rilanciarsi più che in Italia dovrebbe tornare in Spagna.  

L’alternativa a Castillejo non è di sicuro Paquetà, poiché è difficile che si adatti nel ruolo di esterno. Si potrebbe provare a giocare con il 4-3-1-2, rigenerando Paquetà nel ruolo da trequartista con Calhanoglu come alternativa, oppure con il 4-4-2 l’esterno potrebbe arrivare da uno scambio tra Suso e Under con la Roma, dato che Politano al Milan è tramontato, e Boban insiste sempre per Dani Olmo.

Il 22enne centrocampista esterno della Dinamo Zagabria, costa sui trenta milioni, ma il Milan proverà ad averlo per 20 milioni più i bonus. Se dovesse arrivare Under a questo punto lo si pagherebbe con i soldi di Paquetà o Suso, e se dovesse accadere che uno dei due sia realmente ceduto oppure che vengano ceduti entrambi, dal momento che il Milan non è stato costruito per il 4-4-2, servirà cambiare un po' di gente (Gabbia, Suso, Paquetà, Kessie e Biglia). Bisognerà tuttavia capire se si pensa di continuare con questo modulo ed essenzialmente se si pensa di continuare con questo allenatore.


il Milan ha necessità di una bella ristrutturazione, indipendentemente se riuscisse a salvare la stagione con un posto in Europa League o facendo addirittura il miracolo per la Champions. 

Non si possono buttare via ancora soldi e progetti, Boban  sembra avere le idee più chiare di tutti e a quanto pare anche la palla in mano, perché se dovesse arrivare veramente Allegri (non sia mai!) o Spalletti, non credo che vogliano continuare con il 4-4-2.

Piatek lo terrei, non si può pretendere di rincorrere l’Europa con solo Leao e Ibrahimovic. 

Rebic quasi sicuramente resta come alternativa a Leao, e Piatek come possibile sostituto di Ibra, a meno che non si pensi di darlo in prestito e averlo pronto per il dopo Ibra, oppure non si faccia una grossa plusvalenza, perché un’altra punta poi la devi sempre prendere e costa.


Paquetà non può giocare al posto di Bennacer o di Kessie, e non può giocare neanche al posto di Castillejo oppure di Calhanoglu o Bonaventura. È un giocatore che ha qualità e gli serve continuità, credo che Pioli insisterà sul 4-4-2 che sta funzionando. Se il Milan andasse in Europa, Pioli potrebbe anche restare e ora che ha tirato fuori Suso posso fargli i complimenti e sinceramente non mi dispiace. 

Pioli è arrivato in una situazione complicata e disastrosa, ha avuto tanti alti e bassi però sta mettendo ordine. Ovviamente tutto passa dall’Europa, ma generalmente il secondo anno fa sempre male. 

L'Arsenal intanto continua a chiedere di Kessie e il Milan continua a chiedere 25 milioni, non so quanto chiede la Juve per Emre Can, ma i soldi di Kessie potrebbero essere investiti per acquistare il suo successore.

A Vecino dell'Inter preferirei il centrocampista della Juventus, che potrebbe pensare di lasciare la Juve e accettare il Milan che lo aveva cercato già in estate. Gabbia, infine, ha molte richieste anche di squadre di serie A, la sua uscita per rinforzare la difesa potrebbe essere compensata con l’arrivo di Wesley Fofana del Saint-Etienne. 



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.