| UNA QUESTIONE DI CENTIMETRI |

 Valutazioni in corso 

di Tuccio2010,  25 Gennaio 2020

Se non ci saranno altre cessioni, non ci saranno naturalmente nuovi arrivi. Ibra  ha preso il posto di Borini, e Kjaer ha coperto il buco lasciato vacante dal nostalgico Caldara. In questo momento tutto ruota attorno ai nostri pezzi “da 90” relegati in panchina: Suso, secondo me, ha perso l’occasione per andare via ed essere ricordato con onore, dopo due anni che vaga senza meta per il campo. Nel suo difficile processo di crescita frena la squadra, e per di più si  offende, vuole essere ceduto.

Credo, anzi, sono sicuro che il Milan non ha nessuna intenzione di tenerlo in squadra, e fortunatamente Suso ha molti pretendenti. Il Milan ovviamente i calciatori li  compra, nessuno glieli regala e quindi niente prestito, deve essere un trasferimento dove il Milan possa fare un minimo di plusvalenza. Farà “l’operaio” come Borini fine a fine contratto, sempre se non interverranno situazioni nuove, come uno scambio con un giocatore ritenuto utile.

Per tutto questo dobbiamo ringraziare anche Giampaolo, se non fosse stato per il tentativo convinto del tecnico di poterlo far giocare nel 4-3-1-2, il Milan l’avrebbe già ceduto. La società dei quaranta milioni spesi né chiede almeno venticinque, cifra che per me è ancora alta, ma sono sicuro che si accetterebbe una plusvalenza minore, e penso che venti milioni sia un prezzo esatto.


Anche Paquetà vuole giocare e stavolta è un problema di modulo, è stato pagato oltre 35 milioni di euro e per rientrare nel FPF servono almeno 27 milioni per non fare una minusvalenza. Se Suso e Paquetà venissero venduti si potrebbero aprire altre soluzioni di mercato per rinforzare la squadra: Olmo potrebbe essere una buona risoluzione, può fare il centrocampista interno ed esterno, oppure un'altra potenziale scelta è il centrocampista centrale, Florentino Luis, portoghese, classe '99 è considerato un ottimo prospetto.


Al Milan nel frattempo oltre a Florentino è stato proposto anche Zaracho del Racing. In casa Milan c'è un via vai incredibile, ma dato che tutti sanno che i rossoneri hanno bisogno di acquisti importanti e cercano di approfittare della disperazione della società per raggirarla. Tutti ottimi giocatori ma prezzi troppo esosi.


Rodríguez invece sta aspettando il Fenerbahce che risolva i suoi problemi con la Federcalcio turca, per poi trasferirsi a Istanbul. A sostituirlo potrebbe essere il 22enne Robinson, terzino mancino del Wigan, e inoltre per giugno (anche se converrebbe lasciarlo crescere) il Milan potrebbe avere il suo Castrovilli nel giovane Pobega, attualmente in prestito al Pordenone. Il problema è che al Milan diversamente dalla Fiorentina, difficilmente i giovani calciatori giocano (vedi Gabbia).

Falliti gli arrivi di Politano, Under e Olmo, si torna a parlare di Carrasco in uscita dalla Cina, ma i cinesi dovrebbero abbassare le pretese. La società prima dovrebbe trovare i soldi attraverso una cessione, ma non è detto che Carrasco scelga i rossoneri.



© 2016 Una Questione di Centimetri. Tutti i diritti riservati. Il sito è interamente ideato e realizzato da Ciro Ruotolo e Mario Bocchetti.

L'immagine di testata (così come quelle originali, ove specificato) sono opera e proprietà di Martina Sanzi.